Ci si vede sempre – di solito due volte!

megaphone-1019756_1920

Così o in modo simile, si potrebbe descrivere il risultato di un’udienza del 18 maggio 2021, presso il tribunale regionale di Monaco I.

Il fatto che in questa controversia legale tra la società ALUGAS Vertrieb von Gasflaschen GmbH & Co.KG u.a. ./. Deutscher Verband Flüssiggas e.V., wg. Unterlassung non si sia giunti immediatamente ad un accordo amichevole, era anche da aspettarsi a causa della precedente ampia corrispondenza tra di loro. Naturalmente, i giudici avevano anche in mente una situazione di prove molto difficile qui. Si tratta di tecnologia, linee guida e regolamenti, nella loro interpretazione e nella loro applicazione, nei confronti del consumatore o del proprietario di camper e caravan, quindi anche i loro effetti sulle ispezioni principali secondo §29 StVZO in relazione ai test dell’impianto a gas secondo il foglio di lavoro DVGW G 607, oltre al rifiuto di adesivi di ispezione durante un’ispezione principale. Naturalmente, i giudici hanno avuto una grande quantità di lavoro da fare qui.

Senza entrare nei dettagli, va detto che il tribunale ha dato alle due parti dei compiti per le prossime 6 settimane. Quello che succederà dopo sarà deciso e annunciato definitivamente dalla corte distrettuale nella prossima sessione. Naturalmente, l’ipotesi attuale è che se non si riesce a raggiungere un accordo dopo 6 settimane, il Tribunale Regionale Superiore si occuperà della questione. Fino ad allora, i partiti avranno ancora molto da fare.

Tuttavia, dovrebbe essere già chiaro che il tribunale chiederà ora, con probabile certezza, anche al legislatore, situato tra l’altro presso le autorità statali superiori (sorveglianza del mercato) e nel governo federale (sorveglianza del mercato KBA), una chiara dichiarazione sulla questione. Anche questo fa parte della ricerca della verità nei tribunali, in uno stato di diritto. I giudici hanno speso molto sforzo e tempo per portare chiarezza nella questione, come purtroppo non è sempre il caso altrove. Naturalmente, questo non dovrebbe essere ignorato a questo punto.

Poiché l’autore di questa lettera, ancora ulteriore partecipazione con i tribunali nelle prossime settimane non rimane risparmiato, probabilmente in casi simili memorizzati, per cui tuttavia ora clienti e proprietari di Motorcaravan e Caravan, contro “organizzazioni di monitoraggio”, a causa di eccesso di loro autorità e denunce attività illecite. Qui a causa del rifiuto di adesivi di ispezione nel contesto delle indagini principali dopo il § 29 StVZO. Naturalmente deve essere detto anche da parte dell’autore di nuovo per la volta ripetuta che il legislatore responsabile con federazione e paesi, di tutti questi cattivi stati è stato informato tuttavia nulla intrapreso, per trovare soluzioni conformi alla legge nella cosa. Per sedersi fuori è ora dopo i tribunali Tätig diventare probabilmente presto passato. Anche la legislazione dell’UE a Bruxelles ha ora, dove ha la parola reagisce, come ha già annunciato nel regolamento quadro 2018/858, con il regolamento (UE) 2019/1020 ha anche chiarito dove va il viaggio in futuro. L’autore è sicuro che chi non porta avanti il suo lavoro obbligatorio di supervisore del mercato ora, potrebbe avere a che fare con molti procedimenti da Bruxelles in futuro.

Dopo un fallimento della procedura con il tribunale regionale di Monaco, uno e questo è prevedibile nella prossima istanza presso l’OLG ancora riunioni.

gez. Peter Ziegler (spettatore in questo procedimento)

 

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.